Programmazione pluriennale

| Stampa |

1

Titolo dell'intervento programmatico

Recupero e valorizzazione finalizzata allo sviluppo turistico dell'architettura fortificata e dei castelli dell'alto casertano

Descrizione dell'intervento

Il progetto di valorizzazione delle architetture fortificate dell'alto casertano si concretizza nel restauro delle parti degradate delle strutture individuate dai Comuni e nel loro utilizzo in un sistema "a rete" di percorsi turistico-culturali, utili alla rivitalizzazione del tessuto socio-economico del territorio. Le città  vengono inserite in una struttura complessa di relazioni, capaci di dare impulso, non soltanto agli scambi turistico-stagionali, ma anche al sistema delle tradizioni locali. Inserire l'architettura fortificata in un percorso, favorito dal sistema viario e dalla spinta propulsiva della diffusione promozionale dei siti, avvia un processo di indotto economico che consente nuove opportunità  economiche alla rete intercomunale e, quindi, di impegnare nuove risorse nella promozione e conservazione delle tradizioni locali. La prassi operativa prevede una fase di ricognizione dei beni da recuperare, mediante una schedatura analitica, ed una di rilievo fotografico ed architettonico dell'attuale stato di conservazione. Successivamente si procede con la fase meta-progettuale e progettuale degli interventi, che vanno dal recupero del singolo bene, alla rappresentazione del sistema dei percorsi ed alla relativa progettazione dell'intero circuito da attrezzare, per conferire al turista adeguate informazioni ed assistenza.

 

2

Titolo dell'intervento programmatico

Riqualificazione dei palazzi nobiliari dei centri storici dei dell'alto casertano

Descrizione dell'intervento

L'intervento prevede la riqualificazione dei palazzi di maggiore rilevanza storica ed architettonica dei comuni afferenti a Progetto Laocoonte s.c.p.a. Si tratta di un vasto progetto di recupero dell'architettura finalizzato alla conservazione dei valori storici e delle tradizioni culturali artistiche locali. Il processo si articola in due fasi determinanti: quella della conoscenza e quella degli interventi. Si intende partire dalla schedatura dei singoli edifici, fino ad arrivare alla costruzione di una fase metaprogettuale capace di ricostruire l'antico sistema di relazioni che legavano nei tempi passati la maggior parte delle strutture per le vicende costruttive e la gestione dei siti. Tale processo intende arrivare alla realizzazione di un programma di interventi finalizzati ad incentivare il recupero delle strutture considerate, in accordo con i rispettivi proprietari dei beni. Avviare un processo di recupero delle più importanti architetture locali, attraverso l'attivazione di meccanismi pubblico-privato, rappresenta un grande volano di sviluppo per la crescita culturale ed economica territoriale.

 

3

Titolo dell'intervento programmatico

Valorizzazione e sviluppo turistico dei teatri, anfiteatri e delle architetture antiche di età Romana dei comuni dell'alto casertano

Descrizione dell'intervento

Il sistema delle architetture antiche di epoca romana dell'alto casertano, benchè sia stato in parte già  scoperto e studiato, merita ancora di essere portato alla luce in molte parti di notevole interesse archeologico. Questa attività  ha la necessità  di essere letta in un sistema più ampio di relazioni, che consentirebbe una lettura più chiara degli insediamenti ed avrebbe, senza dubbio alcuno, un impatto socio-culturale determinante per lo sviluppo territoriale. Promuovere l'azione di scavo e non può che avere inizio dalla valorizzazione delle strutture esistenti (già  portate alla luce), utili a produrre un immediato indotto economico, che si riverserebbe nelle zone di confine di tali Beni. L'intervento nella sua articolazione merita di essere interamente programmato, progettato e realizzato in un contesto più ampio di sinergie capaci di promuovere l'intero contesto territoriale, abbattendo i costi della realizzazione ed amplificando i risultati.

 

4

Titolo dell'intervento programmatico

Qualificazione ambientale e promozione turistica delle aree di valenza ambientale (Parchi, aree a verde, boschi, laghi) dell'alto casertano

Descrizione dell'intervento

La valorizzazione di elementi ambientali e culturali del territorio rappresenta sempre più un fattore chiave per la qualità della vita e la competitività, in particolare nelle aree urbane, dove si sviluppano le maggiori opportunità di crescita economica della, conoscenza e delle nuove attività terziarie. E', quindi, necessario creare uno spazio attraente dove investire, lavorare e vivere: si tratta di promuovere il recupero e la valorizzazione ambientale, culturale, la fruibilità  dei servizi finalizzati al turismo, attraverso interventi integrati che coinvolgano gli operatori pubblici e privati, consentendo di riqualificare e promuovere aree e beni pubblici a valenza culturale ed ambientale, destinandoli a luoghi di servizio alla popolazione ed al turista; di favorire la qualificazione dell'offerta di servizi finalizzati ad innalzare il livello di fruibilità del patrimonio naturale e culturale. L'obiettivo specifico di tale azione è quello di valorizzare e promuovere il patrimonio ambientale e culturale dell'alto casertano a sostegno dello sviluppo socio-economico, utile allo sviluppo del turismo sostenibile”. Il raggiungimento ti tale obiettivo si concretizza attraverso il conseguimento di due finalità  operative: 1.Valorizzare e promuovere le risorse ambientali e culturali a sostegno dello sviluppo socio-economico; 2.Qualificare ed innovare i servizi e le attività  per accrescere il livello di fruibilità del patrimonio ambientale e culturale. Tali obiettivi operativi devono intendersi tra loro fortemente integrati e volti, quindi, a promuovere congiuntamente una qualificata progettualità locale, attraverso interventi sinergici ed interrelati ad una progettualità privata finalizzata ad incrementare la maggiore fruizione dei beni. Gli interventi dovranno consentire di trarre vantaggio dalle risorse culturali ed ambientali la cui fruibilità non è sempre pienamente assicurata, qualificandole e soprattutto valorizzandole per ottenere impatti positivi sull'economia locale nel suo complesso, ed in particolare sul turismo sostenibile.

 

5

Titolo dell'intervento programmatico

Riqualificazione dell'architettura rupestre

Descrizione dell'intervento

Le architetture campane sono caratterizzate dalla diversità  del territorio che le ospita. Il primo sforzo, utile alla corretta qualificazione di tutte le entità  edilizie, portatrici di valori tradizionali culturali, il riconoscimento di quelle realtà architettoniche appartenenti ad un'epoca costruttiva legata all'orografia del luogo. L'architettura rupestre rappresenta una importante realtà da tutelare, utile a comprendere l'intera vicenda evolutiva territoriale. Spesso la natura di tali insediamenti rende i luoghi inaccessibili e consegna le architetture al degrado incontrollato. Riconoscere un singolo bene e recuperarlo non solo appare dispendioso per l'intervento pubblico ma anche poco significativo. Diversamente un'azione di ricognizione dell'intera fascia a nord di Caserta porta a riconoscere notevoli architetture rupestri, che nel complesso rappresentano un considerevole patrimonio da rivitalizzare e mettere a sistema con la città. La fase operativa comprende non solo l'individuazione degli oggetti architettonici definiti "rupestri" e la descrizione del loro stato di conservazione, ma anche l'analisi delle origini storiche, utili a rintracciare il sistema di relazioni tra l'edificato storico e le tradizioni socio-culturali. La riqualificazione di tali luoghi consiste nel recuperare le architetture e l'ambiente che le circonda. Sarà  quindi utile definire non solo gli interventi puntuali ma anche un programma di accordi da realizzare con le diverse proprietà, spesso di carattere religioso, che vivono lo stesso contesto ambientale.

 

6

Titolo dell'intervento programmatico

Riqualificazione ed accessibilità  dei centri storici di particolare pregio

Descrizione dell'intervento

I piani urbanistici spesso hanno perimetrato i centri storici delle città  senza eseguire un'analisi delle singole realtà  edilizie e delle qualità  architettoniche di ogni bene ricadente nel centro. Molte realtà  urbane, negli ultimi anni, hanno fatto uno sforzo di analisi dell'edificato storico per definire i confini del centro storico avente 'particolare pregio'. Si è posta attenzione agli impianti urbani e di edilizia, agli elementi costruttivi, alla presenza di edifici di interesse storico, artistico e monumentale, alla conservazione e valorizzazione dei luoghi, alla presenza di particolari sistemi monumentali ed all'esistenza di un tessuto di attività  di produzioni artigianali tradizionali. Tali realtà, tra cui molte afferenti a Progetto Laocoonte scpa, si impegnano ad adottare provvedimenti tesi al mantenimento delle 'particolari' caratteristiche storiche ed architettoniche dei centri perimetrati. Un notevole impegno che consente alla realtà regionale di controllare e finanziare meglio gli interventi fino alla scala edilizia. Questa attività consente di definire gli interventi per una parte del centro storico, avente particolari qualità architettoniche, che diventano concretamente eseguibili. Al fine di raggiungere un risultato soddisfacente sarà utile definire le tipologie di intervento destinate al conteso pubblico ed a quello privato. Le azioni economiche verso gli spazi pubblici dovranno garantire un utile accesso ai siti ed aiutare il visitatore a leggere le tradizioni, gli usi ed i costumi locali. Riqualificare, quindi, le porte di accesso, le piazze, le fontane e dare una rilettura dei percorsi storici, attraverso il recupero dei basolati, dei lastricati e dei selciati sarà  un utile strumento per il raggiungimento degli scopi anticipati. Gli interventi sul privato, invece, saranno mirati a recuperare l'aspetto della città  antica, quindi, recupero delle facciate e di tutti gli elementi che la caratterizzano.

 

7

Titolo dell'intervento programmatico

Valorizzazione dell'architettura religiosa dei complessi conventuali e parrocchiali

Descrizione dell'intervento

Gran parte del patrimonio architettonico italiano è di origine religiosa. Il territorio dell'alto casertano è ampiamente rappresentativo della realtà nazionale, in quanto la presenza dei beni culturali di proprietà ecclesiastica è notevolissimo. Riqualificare, quindi, il territorio non può prescindere dal tenere nel dovuto conto tali significative presenze. Pertanto, un'azione coordinata richiede un impegno economico significativo per garantire le conservazione di tali beni e per dare la possibilità al cittadino di fruire beni che rappresentano una importante risorsa della tradizione culturale locale. Tali architetture, infatti, sono depositarie del gusto e della tradizione costruttiva delle epoche passate e la lettura critica di questi beni si mostra alla collettività come un libro ricco di storia. Il progetto prevede un programma di recupero delle più significative architetture religiose, poste in punti nodali, utili a promuovere una diffusione turistico - culturale del territorio. Il programma operativo consiste nell'individuazione e nella rilevazione delle architetture religiose, individuate e segnalate da parte dei Comuni, definire accordi di programma con gli enti Diocesi, elaborare insieme progetti di recupero e di rilancio del territorio, definendo le finalità culturali e sociali di ogni intervento. I beni riconosciuti dovranno entrare a far pienamente parte del territorio secondo una logica di sviluppo coordinato.

 

8

Titolo dell'intervento programmatico

Tutela e valorizzazione del paesaggio e dell'architettura rurale

Descrizione dell'intervento

I centri storici dell'alto casertano sono ricchi di elementi architettonici, frutto della tradizione costruttiva del passato, che costituiscono un notevole patrimonio culturale. Il recupero di tali elementi disseminati nell'intero territorio è utile a riconoscere i segni che l'uomo ha lasciato nel corso del tempo. Molti edifici sono frutto di un ampliamento di epoche successive. L'uomo spesso ha preferito conservare gli elementi che ha ritenuto maggiormente rappresentativi dell'epoca passata. Quindi, è facile notare finestre ogivali di epoca medievale e portali a tutto sesto appartenenti ad un'epoca più recente inseriti nello stesso contesto. Molti elementi, sovente, annegano in architetture abbandonate, benchè notoriamente di specifico valore storico. La pressi operativa intende, quindi, individuare gli elementi più importanti, partendo dalle schedature delle Soprintendenze a dagli sudi delle Università  locali, per avere un quadro completo e definire puntualmente le operazioni di restauro per gli elementi maggiormente degradati. Questa attività necessita di una attenta promozione culturale-turistica e merita di essere valorizzata da percorsi da costruirsi a scala intercomunale.

 

9

Titolo dell'intervento programmatico

Recupero degli elementi architettonici di notevole pregio degli edifici e degli impianti urbani (portali, bassorilievi, fontane, obelischi, lavatoi, ecc)

Descrizione dell'intervento

I centri storici dell'alto casertano sono ricchi di elementi architettonici, frutto della tradizione costruttiva del passato, che costituiscono un notevole patrimonio culturale. Il recupero di tali elementi disseminati nell'intero territorio è utile a riconoscere i segni che l'uomo ha lasciato nel corso del tempo. Molti edifici sono frutto di un ampliamento di epoche successive. L'uomo spesso ha preferito conservare gli elementi che ha ritenuto maggiormente rappresentativi dell'epoca passata. Quindi, è facile notare finestre ogivali di epoca medievale e portali a tutto sesto appartenenti ad un'epoca più recente inseriti nello stesso contesto. Molti elementi, sovente, annegano in architetture abbandonate, benchè notoriamente di specifico valore storico. La pressi operativa intende, quindi, individuare gli elementi più importanti, partendo dalle schedature delle Soprintendenze a dagli sudi delle Università locali, per avere un quadro completo e definire puntualmente le operazioni di restauro per gli elementi maggiormente degradati. Questa attività necessità di una attenta promozione culturale-turistica e merita di essere valorizzata da percorsi da costruirsi a scala intercomunale.

 

10

Titolo dell'intervento programmatico

Interventi di valorizzazione degli elementi architettonici rilevanti dei centri storici (recupero delle facciate)

Descrizione dell'intervento

E' opinione condivisa che l'aspetto del centro storico appartiene agli edifici che lo caratterizzano. Esso è composto non solo da spazi pubblici, ma prevalentemente privati. Un'azione di recupero del centro storico non può, quindi, prescindere dalla collaborazione tra il pubblico ed il privato. Il progetto intende giungere ad un'azione coordinata capace di erogare contributi per il recupero e il restauro delle facciate che potrà  avere luogo attraverso Bandi specifici che le Amministrazioni comunali approvano con apposita Delibera, destinando gli importi da corrispondere agli interventi nelle zone di centro storico. L'erogazione potrà essere commisurata ad una percentuale dell'importo delle opere.