Sabato, Settembre 26, 2020

L’anno duemiladodiciil giorno uno  del mese di giugno, alle ore 17,00  presso la sede sociale in Sessa Aurunca, su convocazione del Presidente diramata a mezzo filo a tutti i presenti, si è riunito il Cda per discutere e deliberare in merito ai seguenti argomenti:

1. Proposta di Budget delle azioni e delle attività previste dal progetto approvato con deliberazione di Cda n. 22 del 18/11/2011 con riferimento anche al piano economico finanziario;

2. Approvazione schema di Protocollo di Intesa tra Camera di Commercio di Caserta e Soc. “Progetto Laocoonte Scpa”;

3. Rendiconto Spese economali;

4. Eventuali e varie.

 

Sono presenti:

- Il C.d.A. nelle persone di:   Prof. Elio Meschinelli, Presidente

                                               DottAdriano De Monaco, vice-presidente

                                               Sig. Marcellino Iannotta consigliere

                                              

- I Sindaci nelle persone di:  Rag. Salvatore Fattore, Presidente

                                              Dott.ssa Maria Antonietta Maciariello, Sindaco effettivo.

Assente giustificato:   Dott. Giuseppe Lonardo, Sindaco effettivo

E’  Presente  l’arch. Mariano Nuzzo nella sua qualità di Direttore Tecnico.

Partecipano alla seduta il Dr. Remo Pallisco per obbligo contrattuale .

Il Presidente, constatata la presenza come innanzi rilevata, dichiara valida la seduta ed apre i lavori

 

punto all’ordine del giorno

   “Proposta di Budget delle azioni e delle attività previste dal Programma progettuale della Scpa  approvato con deliberazione

di Cda n. 22 del 18/11/2011”

 Il Presidente comunica di aver avuto un incontro con L’Assessore Regionale De Mita, al quale ha rappresentato la difficoltà di interlocuzione con gli uffici regionali competenti in materia. In particolare ha evidenziato un atteggiamento dilatorio a fronte di ripetute istanze di erogazione del finanziamento per spese tutte puntualmente documentate.

Gli  uffici, nella sostanza, hanno omesso qualsiasi riscontro dal gennaio 2011 e fino al marzo 2012.

Anche le interlocuzioni sollecitate e realizzate nella sede regionale non hanno nei fatti sortito risultati significativi.

Il Presidente dichiara di aver invitato l’Assessore De Mita a voler verificare se vi siano ostacoli normativi alla erogazione delle somme documentate in tre occasioni di rendicontazione formale .

L’Assessore regionale si è impegnato ad effettuare le opportune verifiche di processo ed a sollecitare i provvedimenti conseguenti.

 

Il Cda

 udita la comunicazione del Presidente  decide all’unanimità di rinviare la trattazione dell’argomento

 

  2° punto all’ordine del Giorno

Approvazione schema di Protocollo di Intesa tra Camera di Commercio di

Caserta  e la  Soc. “Progetto Laocoonte Scpa”

 

Premesso che tra le varie iniziative intraprese dal Cda vi è stata anche quella di aver chiesto ed ottenuto un incontro con il Presidente della  Camera di Commercio Industria Artigianato di Caserta  durante il quale Il Vice Presidente del Cda, Dott. Adriano De Monaco, ha avuto modo di illustrare gli scopi sociali della Scpa Laocoonte e le possibili attività gestionali da porre in essere anche con la fattiva collaborazione della Camera di Commercio.

 

Il Dott. Adriano De Monaco ha anche prospettata la possibilità di poter stipulare con la Camera di Commercio di Caserta un apposito Protocollo di intesa  finalizzato   al perseguimento degli scopi sociali per la realizzazione e gestione di strutture ed infrastrutture di interesse economico generale.

 

Ritenuto di procedere alla approvazione del seguente schema di convenzione da sottoporre all’esame del Presidente della Camera di Commercio, industria, artigianato e agricoltura al fine di poter addivenire alla sottoscrizione di un Protocollo di intesa il cui testo è stato preventivamente vagliato dalla parti.

 

Protocollo di Intesa

 

Tra

 

Camera di Commercio Industria Artigianato di Caserta  - con sede legale in via Roma 75, 81100 Caserta, nella persona del Presidente Dott. Tommaso De Simone ivi domiciliato per la carica (d'ora in avanti "Camera di Commercio");

e

Società Consortile S.p.A. "progetto Laocoonte",società di recupero dei centri storici, dei beni architettonici, Ambientali e per il turismo, con sede legale in Piazza castello 1, Sessa Aurunca (CE) - P.IVA 03582810614 nella persona del Presidente, prof. Elio Meschinelli, Legale rappresentante ivi domiciliato per la carica (d'ora in avanti " Progetto Laocoonte Scpa")

PREMESSO

- che si rileva di reciproco interesse sviluppare iniziative sinergiche volte ad attivare un rapporto duraturo di collaborazione tra "Camera di Commercio" e "Società Progetto Laocoonte";

- che tale accordo non realizza, in ogni caso, alcuna forma associativa tra le parti comporta obblighi reciproci di natura economica o patrimoniale;

- che il quadro istituzionale e normativo garantisce la libertà dell’ente dotato di autonomia funzionale, ed in quanto tale ente esponenziale e di autogoverno del sistema delle imprese, che svolge, sulla base del principio di sussidiarietà di cui all’art. 118, IV comma, della Costituzione, funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese della provincia di Caserta, curandone lo sviluppo nell’ambito dell’economia locale;

- che per il perseguimento della propria missione e per il raggiungimento degli scopi e finalità istituzionali e per la realizzazione e gestione di strutture ed infrastrutture di interesse economico generale a livello locale, regionale e nazionale, la Camera di commercio utilizza le forme organizzative più idonee, istituendo aziende speciali, società, consorzi e società consortili, o acquisendo partecipazioni in esse. La Camera di commercio può altresì partecipare ad associazioni ed organismi per il perseguimento delle finalità assegnate dalla legge e dal suo Statuto;

- che la soc. “Progetto LAOCOONTE Scpa”, tra l’altro, ha lo scopo di promuovere il risanamento e la valorizzazione, dei centri storici dei Comuni aderenti al progetto e, in generale, delle aree storiche, riqualificando il tessuto urbano e restituendo la capacità attrattivo-turistica che ad essi compete quali luoghi di cultura di particolare interesse storico, artistico, architettonico ed ambientale; ha per oggetto le attività di realizzazione, organizzazione e gestione nell'interesse e per conto degli azionisti, di studi e ricerche sui Beni Culturali finalizzati allo sviluppo del turismo, indagini, rilevazioni e progetti di fattibilità, anche su singole iniziative nell'ambito del settore, sia attraverso la struttura organizzativa interna, sia avvalendosi di altri organismi; è disponibile ad operare anche in accordo ed in stretta collaborazione con altri Enti, realizzando ricerche e studi sui centri storici e sul fenomeno turistico propriamente detto, ma anche sulle attività che ne costituiscono l'indotto, seguendo metodologie di ricerca di tipo interdisciplinare, riguardanti cioè l'economia, la sociologia, la statistica, l'urbanistica, l'ambiente e le altre discipline che si riterrà opportuno impiegare; ha lo scopo di valorizzare il sistema dei Beni e delle Attività Culturali quale fattore dello sviluppo economico della Regione Campania. La Scpa si pone l'obiettivo di costituire un punto di eccellenza per il settore, confrontandosi anche con le migliori esperienze nazionali; effettua studi e ricerche sulla situazione esistente e sul potenziale economico dei Centri Storici, individuando i fattori critici di successo e gli eventuali ostacoli allo sviluppo nel contesto locale; promuove, all'interno della filiera dei Beni e delle Attività Culturali (ed in relazione alla valorizzazione di centri storici, complessi monumentali, parchi di interesse archeologico od ambientale e simili), azioni per il recupero, la ristrutturazione, la rifunzionalizzazione di immobili;

- che entrambe le istituzioni si attiveranno per la promozione di seminari, cicli di lezioni, convegni, conferenze, ricerche e tavole rotonde per discutere delle esperienze nei settori di interesse comune, etc., collaborando per l’organizzazione di Seminari, Tavole Rotonde, Esposizioni e Corsi ivi compresi i Corsi di Formazione. Saranno altresì promosse pubblicazioni ed informazioni sugli specifici settori oggetto del presente Accordo e su ogni altro argomento ritenuto utile;

- che entrambe le parti promuoveranno la partecipazione in comune a programmi promossi dalla Commissione Europea o da altri enti e fondazioni volte all'acquisizione di risorse finanziarie per lo sviluppo di progetti di ricerca e/o formazione elaborati dalla "Scuola di Specializzazione" in accordo con la "Società Progetto Laocoonte".

Tutto quanto sopra premesso e considerato,

 

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE:

Art. 1

Premesse

1. Le premesse e gli allegati costituiscono parte integrante e sostanziale del presente Protocollo di Intesa (di seguito “Protocollo”).

      Art. 2

      Oggetto

Le Parti desiderano definire, nel rispetto della propria autonomia, un rapporto di collaborazione operante nei settori di interesse della presente convenzione e potrà riguardare iniziative, anche congiuntamente pianificate e condotte in tema di:

1.    Azioni sui beni culturali dei Comuni azionisti di "Progetto Laocoonte Scpa"

2.    Organizzazione di eventi scientifici e di promozione culturale

3.    Ricerca scientifica e commerciale

4.    Supporto tecnico scientifico

5.    Attività di promozione turistica per la valorizzazione del territorio

Tali iniziative saranno definite mediante la stipula di appositi atti esecutivi tra le parti, che richiameranno e rispetteranno il presente accordo.

Gli atti esecutivi dovranno indicare:

1.    gli obiettivi da conseguire e le specifiche attività da espletare;

2.    la durata;

3.    i termini dell’impegno assunto da ciascuna delle Parti anche in relazione alla ripartizione di oneri;

4.    Comitato Scientifico nominato di comune accordo e/o i responsabili scientifici di entrambe le Parti per gli obiettivi da conseguire;

5.    l’individuazione dei locali e delle attrezzature destinati allo svolgimento delle iniziative.

Gli atti esecutivi scaturenti dall’applicazione dell’accordo devono essere preventivamente sottoposti agli Organi competenti delle Parti.

Ampliamenti e sviluppi di nuovi ambiti di cooperazione potranno aggiungersi nel tempo in base ai programmi man mano concordati tra le parti.

Art. 3

Contributi economici

Le Parti convengono che l’eventuale ulteriore partecipazione di soggetti terzi rispetto al presente Protocollo, attraverso contributi economici o materiali, potrà essere disciplinata da separati accordi che dovranno indicare:

1.    gli obiettivi da conseguire e le specifiche attività da espletare;

2.    la durata;

3.    i termini dell’impegno assunto da ciascuna delle Parti anche in relazione alla ripartizione di oneri;

4.    i responsabili scientifici di entrambe le Parti per gli obiettivi da conseguire.

Al fine di realizzare gli obiettivi di cui al presente Protocollo, le Parti si rendono sin d’ora disponibili ad individuare congiuntamente eventuali ulteriori attività connesse e funzionali alla realizzazione dei progetti comuni. In particolare, le Parti convengono di dar corso a tutte le attività necessarie al fine di dare pubblicità all’accordo.

Art. 4

Referenti

Allo scopo di verificare con continuità l'andamento delle attività oggetto del presente Protocollo, le Parti convengono di nominare come referenti:

per la "Camera di Commercio" il Presidente o suo delegato;

per la "Società progetto Laocoonte" il Presidente o suo delegato.

Le Parti convengono di verificare l’andamento delle attività su base trimestrale e di valutare eventuali modifiche allo svolgimento e agli obiettivi del presente Protocollo a tre mesi dalla data di firma dello stesso.

Art. 5

Utilizzazione dei risultati di studi e ricerche

Le Parti convengono che il regime e l’utilizzazione di particolari prodotti didattici o scientifici, frutto della collaborazione, potranno formare oggetto di specifica regolamentazione, conformemente alle rispettive finalità istituzionali.

I risultati dell’accordo svolto in collaborazione secondo lo spirito della presente intesa avranno carattere riservato e potranno essere divulgati ed utilizzati da ciascuna parte, in tutto o in parte, con precisa menzione della collaborazione oggetto della presente intesa e previo assenso dell’altra parte.

Qualora le parti intendano pubblicare su riviste nazionali ed internazionali i risultati delle ricerche in oggetto o esporli o farne uso in occasione di congressi, convegni, seminari o simili, concorderanno i termini ed i modi delle pubblicazioni e, comunque, saranno tenute a citare l’intesa nell’ambito della quale è stato svolto il lavoro di ricerca.

E’ consentito a ciascuna delle parti di utilizzare, esclusivamente per uso interno, documenti, cognizioni e quant’altro scaturisca dalle attività oggetto dell’accordo.

Art. 6

Diritti patrimoniali

I diritti patrimoniali sulle cognizioni, le invenzioni, i prototipi, il software, le metodiche, le procedure, i data bases e ogni altro prodotto d’ingegno risultante dal lavoro di ricerca comune appartengono alle Parti in rapporto al contributo inventivo-creativo apportato dalle stesse, salvi i diritti morali di coloro i quali hanno svolto l’attività di ricerca.

Art. 7

Promozione dell’immagine

Le parti si danno atto dell’esigenza di tutelare e promuovere l’immagine dell’iniziativa comune e quella di ciascuna di essa.

In particolare, i loghi delle Parti  potranno essere utilizzati nell’ambito delle attività comuni oggetto del presente accordo.

L’utilizzazione dei loghi, straordinaria o estranea all’azione istituzionale corrispondente all’oggetto di cui all’art. 2 del presente atto, richiederà il consenso della Parte interessata.

Art. 8

Durata della convenzione e procedura dì rinnovo

Il presente accordo ha durata triennale a decorrere dalla data della stipula e potrà essere rinnovato, d’intesa tra le parti, previa approvazione dei rispettivi organi deliberanti. Al termine del periodo, sarà redatta una relazione valutativa sui risultati raggiunti e, in caso dì rinnovo, a questa dovrà aggiungersi una relazione sugli obiettivi futuri.

Le parti potranno recedere dal presente accordo mediante raccomandata con avviso di ricevimento da inviarsi entro il mese di gennaio dell’ultimo anno di validità della convenzione; lo scioglimento dell’accordo non produce effetti automatici sui rapporti attuativi in essere al momento del recesso, che restano regolati, quanto alla risoluzione, dai relativi atti.

Art. 9

Trattamento dei dati personali

Le Parti provvedono al trattamento, alla diffusione e alla comunicazione dei dati personali per il perseguimento dei fini istituzionali e di quanto previsto dalla legge 196/03 e successive modificazioni.

Art. 10

Foro competente

Per tutte le controversie derivanti dall’interpretazione o dall’esecuzione del presente Protocollo sarà competente in via esclusiva il Foro di Santa Maria Capua Vetere.

Art. 13

Registrazione e spese

Il presente atto, redatto in duplice copia, è soggetto a registrazione in caso d’uso ai sensi degli artt. 5, 6 e 39 del D.P.R. n. 131 del 26.4.86 ed è esente da imposta di bollo ai sensi dell’articolo 16, allegato b) del D.P.R. 642/72. Le spese per l’eventuale registrazione sono a carico della Parte richiedente.

Letto, approvato e sottoscritto

Caserta, ......................................

             ………………………                           …………………………..

 

Il C.d.A.,

-       visto lo schema di Protocollo di intesa innanzi riportato ;

-       udita la relazione del Presidente;

a voti unanimi dei presenti

DELIBERA

(n. 15/2012)

di approvare, come in effetti approva, lo schema di protocollo di intesa di cui in premessa e che qui si intende integralmente trascritto in ogni sua parte;

di autorizzare il Presidente alla sottoscrizione dello stesso con il legale rappresentante della Camera di Commercio di Caserta.

 

Si passa, quindi, al 3° punto all’o.d.g. :

 

Rendiconto Spese economali

Premesso che con deliberazione n. 3  del   17/01/2012, verbale di Cda n. 1/2012,  venne approvato il rendiconto del fondo economato a tutto il 16 gennaio c.a. presentato dal Dr. Remo Pallisco con un saldo positivo di € 386,02;

che il  Dr. Pallisco ha presentato il rendiconto documentato delle spese effettuate dallo stesso a tutto il 25 giugno  corrente anno in apposito prospetto riepilogativo unitamente alla documentazione comprovante le spese effettuate.

 

Il C.d.A.,

-       visto il rendiconto del fondo economale  riportato in allegato A);

-       vista la documentazione acclusa a corredo del predetto rendiconto (fatture, ricev. Fiscali, ecc.) ;

a voti unanimi dei presenti

DELIBERA

(n. 16/2012)

- di approvare, come in effetti approva, il rendiconto delle spese economali a tutto il 30/05/2012  reso dal Dr. Remo Pallisco di cui al prospetto contabile di cui all’allegato A) e che qui si intende integralmente trascritto in ogni sua parte ;

- di dare atto che il fondo economale al 30 maggio 2012 presenta un saldo positivo di € 139,22 (Centotrentanove/22)

Non avendo altro da discutere, la seduta è sciolta alle ore 19,00  dopo aver redatto, letto, approvato e sottoscritto il presente verbale che si compone di n. 5 fogli in  9 pagine scritte

 

Il Segretario Verbalizzante    Dr Remo Pallisco…….................F.to.......………….                                   

                              

                              Il Consiglio di Amministrazione

Il Presidente. Prof. Elio Meschinelli ………...……F.to.......………….                                   

Il Vice Presidente  Dott. Adriano De Monaco .........F.to.......………….                                   

Il Consigliere Dott. Marcellino Iannotta ………....... F.to.......………….                                   

         

   Il Collegio Sindacale                                                                             

Il Presidente del Dott.   FATTORE   Salvatore ……......F.to.......                                   

Il Sindaco Eff. Dott.ssa   MACIARIELLO   M.A. ….... F.to.......                                                                                                                                                                   

Il Sindaco Eff. LEONARDO G. ................. Assente ........

 

Il Segretario Verbalizzante            Il Presidente del Cda

    Dr. Remo Pallisco                        Prof. Elio Meschinelli