Domenica, Novembre 29, 2020

    L’anno duemilaquindiciil giorno 27  del mese di febbraio, alle ore 19,45   presso la sede dell’Ente Morale “Confidenza Castallo Fratelli Onlus” in Teano, su convocazione diramata a mezzo e-mail dal Dr. Remo Pallisco su disposizione del Presidente, si è riunito il Cda per discutere e deliberare in merito ai seguenti argomenti:

1.Situazione economica e finanziaria della società.

2.Eventuali e varie.

 

Alla seduta risultano:

- Il C.d.A. :   Dott. Maurizio SIMONE, Presidente                ......PRESENTE..................

                     Rag.  Marcellino IANNOTTA, V. Presidente   ......PRESENTE..................

                     Dott. Roberto CORBO, Consigliere                  ..........Assente.....................                                  

- I Sindaci :  Dott. Salvatore FATTORE, Presidente         ...........PRESENTE.....................

                     Dott. Giuseppe MICCO, Sindaco eff.o         ...............Assente........................                                                   Dott. Alfredo TRABUCCO, Sindaco eff.o   ...............Assente........................

E’  Presente  l’arch. Mariano Nuzzo nella sua qualità di Direttore Tecnico.

Partecipano alla seduta il Dr. Remo Pallisco con funzione di Segretario verbalizzante.

Il Presidente, constatata la presenza di due su tre componenti del Cda ed un componente del Collegio sindacale, dichiara valida la seduta ed apre i lavori.

Punto OdG:“Situazione economica e finanziaria della società”

Il Presidente prende la parola e riferisce in ordine ai fatti gestionali svolti  fino ad oggi finalizzati alla acquisizione delle risorse finanziarie necessarie per concretizzare l’attività programmata dalla Società già dal 2010. In Particolare il Presidente riferisce:

1.      In ordine al finanziamento della Regione Campania, presenta una breve relazione riepilogativa del contributo di € 1.000.000,00 approvato dal Consiglio Regionale della Campania ed impegnato con D.D. n. 379 del 30.12.2010  sulla spesa corrente - U.P.B. 3.11.32 Capitolo 5368 - del Bilancio  Gestionale 2010 Deliberato dalla Giunta Regionale con atto n. 92 del 09/02/2010. Il Presidente dopo aver dato lettura alla predetta relazione ne la deposita agli atti del Cda.

2.      In ordine alla deliberazione n. 5 approvata dall’Assemblea dei soci in data 30 giugno 2014 con la quale veniva proposto a ciascun  Comune aderente alla società deliberare la erogazione di un contributo una tantum a fondo in favore della società dagli stessi partecipata al fine di porla nelle condizioni di far fronte alle minime e indispensabili (perché obbligatorie) spese gestionali.  La proposta della società venne quantificata in € 20.000,00 da ripartirsi proporzionatamente fra tutti i soci. Il Comune di Sessa Aurunca, socio con il maggior numero di azioni (24,317%),  si impegnò a dare pronta comunicazione della propria effettiva quota erogabile al fine di consentire alla società la rielaborazione del prospetto complessivo di riparto contenente anche le quote a carico degli altri Comuni aderenti  in ragione  della loro percentuale di partecipazione alla società.   Il Comune di Sessa Aurunca non ha dato ad oggi alcuna comunicazione.

3.      Attesa la mancata comunicazione da parte del Sindaco del Comune di Sessa Aurunca è stata inviata allo stesso  Sindaco ed a tutti gli altri Sindaci dei comuni partecipanti alla società apposita lettera elencante tutti gli adempimenti di competenza di ciascun socio con allegati tutti gli atti di cui al verbale di assemblea n. 1 del 30/06/2014. Anche tale richiesta è rimasta senza alcun riscontro.

4.      Con Pec Prot. n. 1 del 27/ 01/2015, è stata avanzata al Sindaco del Comune di Sessa Aurunca l’uso di locali comunali per lo svolgimento di lavori assembleari possibilmente nei giorni 10 e 20 febbraio corrente ovvero in giorni indicati dal medesimo Sindaco. Si è ancora in attesa di riscontro.  La convocazione dell’assemblea fu decisa dal Cda riunitosi in data 22 dicembre 2014 proprio per discutere in assemblea in merito alla richiesta ai soci della erogazione di un contributo una tantum  ed anche alle altre proposte formulate dalla medesima assemblea del 30 giugno 2014.  Anche quest’ultima richiesta ad oggi risulta  non evasa.

 

Il Consiglio di Amministrazione

 

Udito quanto riferito dal Presidente;

dopo una breve discussione;

con riferimento alla mancata erogazione del contributo regionale di cui alla breve relazione indicata in premessa;

considerato

-          che il prossimo 31 marzo scadono i termini per la Regione Campania di procedere alla revisione straordinaria dei debiti (residui passivi) da conservare nel bilancio regionale;

-          che nell’eventualità la Regione, nella ipotesi di revisione dei residui, proceda senza giustificato motivo allo stralcio del residuo passivo che statuisce il credito della Laocoonte;

-          che tale ventilata ipotesi metterebbe in seria criticità nonché esporrebbe la stessa società consortile all’accoglimento di questo CdA delle già paventate richieste del Collegio dei Revisori per la sua messa in liquidazione per l’impossibilità del raggiungimento dello scopo sociale;

-          che le reiterate richieste avanzate da questo CdA alla Regione Campania intese alla liquidazione della 1° quota di spese regolarmente effettuate e sostenute, sono tuttora rimaste prive del qualsivoglia riscontro;

-          che allo stato e con la massima urgenza, risulta necessario ed opportuno diffidare nei modi di legge L’ente Regione ad adempiere a quanto formalmente richiesto dalla società.

Ritenuto

di conferire apposito incarico a legale di fiducia che, su proposta del Vice Presidente Marcellino Iannota, viene individuato nell’Avv Luciana Martone di Piedimonte Matese, appositamente interpellato telefonicamente;

con voti unanimi dei presenti palesemente espressi,

                                                                       DELIBERA

(n. 1/2015)

Di nominare, come in effetti nomina l’avv. Luciana Martone con studio professionale  corrente in Piazza Carmine di Piedimonte Matese (CE) , quale legale per la difesa degli interessi della soc. “Progetto Laocoonte S.c.p.a.”;

di dare mandato al predetto legale di procedere urgentemente a produrre atto di invito e diffida all’Ente Regione Campania nelle persone del Presidente Pro tempore della Giunta Regionale della Campania, del Presidente Pro tempore del Consiglio Regionale della Campania, Del Dirigente Pro tempore dell’Area Generale per le Politiche Sociali, le Politiche culturali, le Pari Opportunità e il Tempo Libero della Giunta Regionale della Campania  e del Dirigente Pro tempore dell’Area Generale di Coordinamento 08 Bilancio, Ragioneria e Tributi della G.R.C. ad adempiere, ciascuno per la parte di propria competenza, alla adozione degli atti necessari per il pagamento di quanto già maturato e documentato, oltre ad interessi come per legge,  da parte della medesima soc. Progetto Laocoonte S.c.p.a.;

di dare atto, così come di accordo verbale, che l’avv. Luciana Martone effettuerà la predetta prestazione professionale di diffida a titolo gratuito;

di valutare e decidere con successiva deliberazione sulla opportunità e convenienza di proseguire nell’azione legale diretta al recupero del credito maturato nei confronti della Regione Campania.

Il Cda. delibera unanimemente la immediata esecuzione del presente presenre atto.

L presente deliberazione, per estratto dal verbale di Cda, verrà trasmessa a cura del Presidente all’avv. Martone che vorrà restituirla debitamente firmata per accettazione.

 

Il Consiglio di Amministrazione

con riferimento ai numeri 2, 3 e 4 di quanto riferito dal Presidente in merito all’argomento posto al n. 1 dell’ordine del giorno, dopo aver discusso in merito alle possibili responsabilità derivanti dalla mancanza di una seppur minima disponibilità finanziaria;

con voti unanimi dei presenti palesemente espressi,

                                                                       DELIBERA

(n. 2/2015)

Di demandare al Presidente del Cda  l’inoltro ai Sindaci di tutti i Comuni partecipanti alla Soc.”Progetto Laocoonte S.c.p.a.”  trasmissione  di una lettera per evidenziare le possibili conseguenze funzionali e di responsabilità derivanti dal perdurare del mancato riscontro alle proposte formulate dalla società.

Per lo scopo si approva il seguente schema di lettera da inviate a mezzo Pec a tutti i Sindaci dei Comuni aderenti alla società.

Al Sigg. Sindaci dei Comuni di:

   ...........................

   ..........................

 

Oggetto : Oggetto situazione di sofferenza economica finanziaria .

 

     Desidero comunicare formalmente alle SS.LL. che ho ritenuto opportuno ed urgente convocare il Consiglio di Amministrazione della società per discutere in merito alla situazione  economica finanziaria e decidere, conseguentemente, sulle iniziative da intraprendersi.

Il Cda si è riunito in data 27 febbraio c.a. ed ha approvato di inviare a ciascun socio apposita nota informativa sullo stato di crisi gestionale che stà paralizzando la realizzazione dell’oggetto sociale.

Si deve necessariamente premettere che la Società è stata costituita con atto notarile datato 21 dicembre 2009 e che da allora a tutt’oggi non ha ricevuto alcun apporto di ordine finanziario fatta eccezione per il conferimento del capitale sociale ( peraltro non interamente versato da tutti i soci)

1.      Un primo finanziamento venne concesso dalla Regione Campania con formale assunzione di impegno di spesa al Bilancio Regionale del 2010. A tal proposito si allega nota riepilogativa di tutti gli adempimenti posti in essere per ottenere la erogazione del predetto contributo. (All.1)

2.      In data 30 giugno 2014, in sede di approvazione del bilancio 2013, l’assemblea dei soci con deliberazione n. 5  ebbe a decidere , fra l’altro, la proposta di approvazione da parte di ciascun Comune  aderente  alla  società  della  erogazione  di  un contributo una tantum a fondo perduto finalizzata a far fronte alle minime e indispensabili (perché obbligatorie) spese gestionali  in quanto il Capitale sociale versato risultava quasi totalmente già utilizzato. La proposta della società venne quantificata in € 20.000 da ripartirsi proporzionatamente fra tutti i soci. Il Comune di Sessa Aurunca, socio con il maggior numero di azioni, si impegnò a dare pronta comunicazione in ordine alla quantificazione della propria quota effettivamente erogabile al fine di rielaborare le quote da erogarsi da parte degli altri Comuni aderenti  in ragione  della percentuale di partecipazione alla società.   Il Comune di Sessa Aurunca non ha dato alcuna comunicazione.

3.      La predetta richiesta, unitamente alle altre proposte adottate dall’Assemblea dei soci nelle medesima predetta seduta del giugno 2014,  è stata sollecitata con posta certificata nota prot. n. 15 datata 19/09/2014. Anche tale richiesta è rimasta senza alcun riscontro.

4.      Nel mese di dicembre, in esecuzione alla deliberazione di Cda n. 5 del 22/12/2014, è stata approvata la convocazione dell’assemblea dei soci per riferire  in merito alla situazione di crisi finanziaria della società. Per lo scopo, con pec prot. 1 del 27/01/2015, è stata inoltrata  al Sindaco del Comune di Sessa Aurunca apposita richiesta di disponibilità di n. 2 pomeriggi dei locali di Piazza Castello per i lavori assembleari da localizzarli in un arco temporale di 20 gg circa da parte del Sindaco in base alle proprie esigenze. Anche qust’ultima richiesta è rimasta inevasa.

Per quanto riguarda il precedente punto 1 si comunica ai signori soci che Il C.d.a., con deliberazione n. 1/2015, ha provveduto alla nomina di legale di fiducia affidandogli immediatamente l’incarico di produrre atto di diffida alla Regione Campania di provvedere al pagamento dei crediti maturati alla data, oltre interessi come per leggeattesa la scadenza di legge assegnata alla Regione per provvedere alla revisione straordinaria dei residui attivi e passivi.

Per quanto riguarda il precedente punto 2 si rivolge formale invito al Sig. Sindaco del Comune di Sessa Aurunca a dare la indicata comunicazione di disponibilità nel termine di 20 decorrenti dalla data di ricezione della presente lettera.

Per quanto riguarda il precedente punto 3 si rivolge formale invito a tutti i Sindaci dei Comuni associati di comunicare nel termine di 20 giorni dalla ricezione della presente se il Comune intende approvare le proposte formulate dall’Assemblea dei soci nella seduta del 30 giugno 2014 e sollecitate pec prot. n. 15 datato 19/09/2014.

In Ordine al precedente punto 4 si chiede sin d’ora ai sigg. Sindaci degli altri Comuni associati seguendo l’ordine decrescente della percentuale di partecipazione,  la disponibilità di locali comunali per lo svolgimento dei lavori assembleari in caso di eventuale ulterione assenza di riscontro da parte del Sindaco del Comune di Sessa Aurunca.

La presente lettera è mossa sulla base di dati obiettivi quali la quasi esaurita disponibilità finanziaria che non riesce nemmeno a a garantire il pagamento delle spese obbligatorie per legge (imposte, tasse e diritti, pubblicazioni su G.U., sito internet, posta certificata, postali, ecc) per cui, in costanza di mancata erogazione del contributo regionale, il Cda risulta essere paralizzato in ogni adempimento di legge.

Con la presente, infatti, il Cda intende verificare se i soci sono concretamente intenzionati al mantenimento della società consortile ovvero abbandonarla ad un intuibile destino negativo. Se la volontà effettiva dei soci dovesse aderire alle proposte dell’Assemblea , a Tal proposito si comunica sin d’ora che il Cda, trascorsi i termini innanzi assegnati a ciascuna delle SS.LL., valuterà concretamente la opportunità e la convenienza di rassegnare le proprie dimissioni dalla carica  perché non messo nelle condizioni di poter attuare quanto stabilito dall’atto costitutivo e dallo statuto societario. E’ quanto mai significativo che il Cda, solo per poter produrre un atto di diffida extragiudiziale ha dovuto far ricorso ad un  legale di fiducia che eseguisse gratuitamente la prestazione professionale.

Con la presente si desidera informare le SS.LL che stante l’attuale situazione innanzi esposta ed in caso di eventuale formale richiesta da parte di terzi  per il recupero di propri crediti il Cda non potrà che indicare i soci con la quota di partecipazione posseduta per eventuali azioni legali.

Con l’occasione si comunica ai Sigg.ri Soci che il Consigliere di amministrazione Sig. Roberto Corbo  è risultato assente nelle ultime 9 sedute di cda ivi compresa quella odierna. Lo stesso Consigliere ha diramato a mezzo WhatsApp le motivazioni della sua mancata partecipazione alle sedute di Consiglio di Amministrazione.

 

 Punto OdG:  “Eventuali e varie”.

Il Presidente informa gli intervenuti che il Dott. Ferdinando Graziano, Commercialiste che cura gli adempimenti contabili e fiscali della società, ha fatto pervenire a mezzo e-mail  una lettera con la quale ha comunicato che, causa un errore di trasmissione alla Camera di Commercio del bilancio chiuso al 31/12/2013, è necessari dove procedere ad un nuovo invio  del predetto bilancio opportunamente riapprovato dall’Assemblea dei Soci. Con la medesima lettera il predetto professionista, valutati i tempi necessari per la convocazione dell’assemblea, consiglia di inserire il predetto argomento nella medesima seduta di assemblea in cui verrà posto all’ordine del giorno la approvazione del bilancio 2014. La citata nota viene depositata in copia agli atti della seduta di C.d.a.

Il Consiglio di amministrazione prende atto di quanto comunicato dal Dr. Graziano e di recepire il consiglio dato dallo stesso.

Nessun altro chiede di intervenire per cui non avendo altro da discutere, la seduta è sciolta alle ore 20,25 dopo aver redatto, letto, approvato e sottoscritto il presente verbale che si compone di n. 3fogli in 5 pagine dattiloscritte.

Il Segretario Verbalizzante    Dr. Remo Pallisco ......................f.to........................................                                                       

 

Il Presidente del C.d.ADott. Maurizio  Simone  .....................f.to.........................................

 

Il Vice Presidente del C.d.A.  Rag. Marcellino Iannotta ...........f.to........................................

                                                                                                                                                               

Il Sindaco Effettivo    Dott. Salvatore Fattore    .........................f.to.......................................      

 

                      Il Segretario Verbalizzante                                    Il Presidente del Cda

                 F.to   Dott. Remo Pallisco                               F.to   Dott. Maurizio Simone